Le infrazioni: la prudenza non è mai troppa

Home » Blog » Le infrazioni: la prudenza non è mai troppa

  • 0

Le infrazioni: la prudenza non è mai troppa

Categoria : Blog , Localizzazione GPS

Infrazioni

“Meglio perdere un minuto della vita che la vita in un minuto!”

Q uante volte hai sentito questa frase? Quante volte non hai dato peso a queste parole pensando che fosse solo un modo di dire?
Spesso, invece, sono proprio i proverbi a sintetizzarci e ricordarci le più grandi verità.
A volte, basta un solo istante, una banale distrazione per cambiarci la vita soprattutto, particolarmente quando infrangiamo alcune regole di base e assolutamente fondamentali per la nostra sicurezza e di chi è con noi.
Le maggiori infrazioni riguardano il superamento dei limiti di velocità, l’inefficienza dei pneumatici, la scarsa illuminazione, la stanchezza alla guida con i relativi tempi di guida e di riposo e l’imprudenza più in generale.

Quanto guidare e quanto riposarsi?

L’autista di norma è tenuto a rispettare ore di guida e di riposo prestabilite con tutte le sue opzioni anch’esse normate.
Pertanto se l’azienda di trasporti ha necessità di un tempo di guida superiore, è obbligata a scegliere se assumere un secondo conducente oppure lasciarne che il suo autista rispetti le ore di guida e di conseguenza le ore di riposo, con la dovuta ottimizzazione degli impegni operativi.
Nel caso in cui vi siano 2 conducenti a bordo, si consiglia di far effettuare un riposo di almeno 8 ore al giorno ad ognuno.
Settimanalmente, invece, sono 56 le ore di lavoro che si devono ricoprire le quali dovranno essere 90 piuttosto che 112 se si considerano due settimane consecutive.
L’autista, deve riposare per almeno 11 ore al giorno oppure 12 se divise in 9 + 3. Invece, dopo un periodo di guida di 4 ore e 30 minuti deve effettuare una sosta di 45 minuti oppure dividere la pausa in due momenti, rispettivamente da 15 e 30 minuti ciascuna.
Inoltre, il conducente dopo 6 giorni lavorativi, è tenuto ad osservare un riposo di quasi due giorni.

Le infrazioni del cronotachigrafo

Oltre agli obblighi già visti, vi è quello di possedere a bordo un cronotachigrafo digitale.
Questo, oltre ad avere tutte le caratteristiche richieste deve comprendere un limitatore di velocità.
Su questo argomento, purtroppo, sono state tante le notizie di stampa che hanno sottolineato infrazioni derivanti da alterazioni o manomissioni dello strumento.
Tra le norme vigenti in materia di cronotachigrafo, vi è ‘obbligo di scaricare i dati della carta del conducente ogni 28 giorni e del tachigrafo ogni 90 giorni. I dati poi devono essere conservati per almeno un anno in un database, al fine di renderli fruibili in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine preposte. Infine tutti i mezzi immatricolati dopo il 2006, devono possedere le cinture di sicurezza anche per i passeggeri. L’azienda deve render noto l’obbligo di utilizzo e far sì che venga rispettato.

Le sanzioni

Le infrazioni che riguardano il cronotachigrafo vengono esaminate dall’Ufficio del Dipartimento dei Trasporti Terrestri, il quale permette 3 violazioni in un anno, le quali se superate, comportano la sospensione della licenza o dell’autorizzazione. 
L’azienda, dal canto suo, ha l’obbligo di formare ed informare i dipendenti attraverso corsi di formazione riguardanti i tempi di guida e di riposo e l’uso regolare del cronotachigrafo in modo da prevenire le infrazioni.
In tal caso, se l’impresa ha correttamente rispettato tutti i suoi obblighi normativi, doveri come ad esempio la formazione e l’aggiornamento degli autisti, sarà esonerata dalla sanzione che ricadrà, a questo punto, esclusivamente sul conducente.  
Su aspetti di fondamentale importanza come il rispetto degli obblighi normativi, proverbi del tipo: “fatta la legge, trovato l’inganno”, sicuramente sono da astenersi.
Meglio avere bene in mente un proverbio più sano e funzionale come:

“meglio perdere un minuto della vita che la vita in un minuto”

almeno ci ricorda la realtà dei fatti e tutti i rischi che quotidianamente ci sono alla guida.

LA PRUDENZA NON E’ MAI TROPPA!!

Sii prudente! Guida con attenzione.

Non aspettare altro, scopri il nuovo modo per prevenire le infrazioni.

Prenditi il tempo per contattarci, un nostro consulente sarà lieto di fornirti maggiori informazioni

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo.

©Contenuti Riservati – Sipli Group

Metti mi piace alla nostra pagina per seguire tutti i nostri aggiornamenti
Condividi

Scrivi un commento

Ci trovi sui social…

Categorie

Calendario

settembre: 2019
LMMGVSD
« Mar  
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30